ATTENZIONE! Per conoscere dove e quando saranno i prossimi incontri e gli spettacoli di papà seleziona il pulsante verde :)

  • Home

Benvenuti

La mia pagina Instagram :)

buonenotiziesecondoanna

buonenotiziesecondoanna

Esattamente 5 anni fa la mia prima, primissima cartolina 😊☔️
buonenotiziesecondoanna

buonenotiziesecondoanna

#Sorridi Dopo questa pausa ci ritroviamo con alcuni sentimenti un po’ indolenziti. Osservare la natura è un buon esercizio per risvegliarli: la speranza nello sbocciare di un fiore, l’umiltà davanti al mare o la fiducia in un becco aperto dentro al nido. C’è una cosa però che non troveremo mai nella natura, ma che possiamo scoprire solo incontrando altre persone: la gioia di un sorriso. Funziona anche dietro la mascherina e chi ti incontra se ne accorgerà. Corriere della Sera - Buone Notizie del 26 maggio 2020
buonenotiziesecondoanna

buonenotiziesecondoanna

#ParoleSussurrate In questo tempo di silenzio rumoroso torno sull’importanza delle parole. Sento esperti usare parole con una superficialità che ferisce. C’è davvero bisogno di scegliere le parole e curare la modalità. Anna, quando non capisco cosa dice, si avvicina delicatamente al mio orecchio e, facendo un piccolo megafono con le manine, mi sussurra la parola. Usa il linguaggio degli innamorati che si raccontano l’amore a bassa voce. Corriere della Sera - Buone Notizie del 19 maggio 2020
buonenotiziesecondoanna

buonenotiziesecondoanna

#SguardiDiPace Vi ho già raccontato come Anna ami raggiungere tutti nello scambio della pace durante la messa. Per ora non sarà più possibile, ma si presenta una grande occasione per dare volto alla pace e riscoprire il valore dei nostri sguardi. Caro Papa Francesco abbiamo un’idea: potresti invitare tutti i fedeli a guardarsi negli occhi e sarà davvero bello quando il celebrante, sorridendo, dirà “scambiamoci uno sguardo di pace”. Corriere della Sera - Buone Notizie del 12 maggio 2020
buonenotiziesecondoanna

buonenotiziesecondoanna

#CosaCiManca Anna davanti a una videoconferenza, con nonni o amici, a volte si rifiuta di salutare o interagire giustificandosi con un “No piace” un po’ imbarazzante. Dall’alto della mia abilità intellettiva tento di giustificarla spiegando che forse non riesce a capire in maniera chiara la differenza con un video registrato. Lo dico proprio mentre Anna si abbraccia mimando le coccole: “Così piace”. Sorrido e capisco di non aver capito niente. [Corriere della Sera - Buone Notizie - 5 maggio 2020]
buonenotiziesecondoanna

buonenotiziesecondoanna

Ragazzi questa tipa si chiama Daniela e la conosco da sempre. 🥰 Da quando nuotavo al buio ascoltando la sua voce, quando mi cullavo al battito del suo cuore, quando con il mio piedino indovinavo le carezze della sua mano. 🌻 Poi ci siamo incontrate, ci siamo guardate negli occhi...ho riconosciuto il suono della voce e il battito del cuore, lei hai riconosciuto me e mi ha chiamata per nome, Anna...il resto non contava. 🥰 Ti voglio bene mamma❤️...tanti cari auguri di buon compleanno 🎈
buonenotiziesecondoanna

buonenotiziesecondoanna

#ScuolaPerTutti Con Anna coloriamo disegni che raccontano i diritti dei bambini. Al 28 c’è un bimbo che studia. La piccola aprendo le manine esclama: “Scuola più”. Anna si accorge che un velo di tristezza attraversa il mio viso. Rimedia con un bacino sulla guancia e mi sussurra: “Più scuola”. Non capisco se invertire l’ordine delle parole è il suo modo di ricordarmi un diritto o di suggerire una soluzione, ma dobbiamo fare qualcosa subito, anche per il bimbo con disabilità che abbiamo colorato al 23. [Corriere della Sera - Buone Notizie - 28 aprile 2020]
buonenotiziesecondoanna

buonenotiziesecondoanna

Ragazzi con la mia sorellona Marta siamo nel video ufficiale di Ridere dei @pinguini_tattici_nucleari 🤩
buonenotiziesecondoanna

buonenotiziesecondoanna

Il titolo di questa foto è facile 😊...provate ad indovinarlo 👧🏻☔️
buonenotiziesecondoanna

buonenotiziesecondoanna

#ConNuoviColori Abbiamo appeso in cucina un cartellone intitolato «La giornata di Anna». Dieci disegni raccontano le varie fasi: dalla colazione al giocare, dai pasti alla nanna. Sembra un trucco per bambini, ma funziona per tutti. Non capisco bene il motivo, ma collocare questo tempo lento dentro ad una ciclicità suggerisce che c’è del buono ad attenderci. Siamo in un’attesa inattesa, in contatto senza il tatto...è un po’ come abbracciare senza le braccia. Sorrido perché penso alla nostra cara amica Simona Atzori. Lei davvero non le ha le braccia, ma un abbraccio potente come il suo raramente l’ho ricevuto. Forse è tempo di inventare un mondo nuovo. Il buono che ci attende è riscrivere il cartellone delle giornate con nuovi colori che non lascino indietro nessuno. Corriere della Sera - Buone Notizie - 21 aprile 2020